10 giorni in Ghana

Sembrano almeno 30 per tutte le abitudini che ho acquisito e per quanto gia’ mi sembra familiare questo posto. I miei nuovi standard sono: basta che sia commestibile; basta che sia pulito; basta che non sia infetto… Oggi e’ anche il quinto giorno consecutivo senza acqua corrente.

Mi sono abituata a bere l’acqua potabile dal sacchetto, e alcune marche hanno un sapore davvero “curioso” per le sostanze purificanti che contengono, ne ho provata una che addirittura sapeva di naftalina (la marca credo sia “Rosy”, se capitate in Ghana evitatela assolutamente a meno che non abbiate un bisogno urgente di vomitare). Se volete andare sul sicuro cercate la “Volvic” che “sa” di acqua.

Non sono ancora caduta nei canali di scolo ai bordi delle strade, che sono posizionati dove in Europa solitamente mettiamo i marciapiedi, quindi l’istinto di “camminarci su” inizialmente era forte.

Il gallo dietro casa inizia il turno poco dopo le 5 del mattino, oramai lo anticipo e verso le 5 lo vado a svegliare io, giusto per non dargli la soddisfazione di essere primo! La sera quindi per non ritardare l’appuntamento del mattino seguente vado a dormire generalmente intorno alle 10, solitamente verso le 9.30 inizio a prepararmi per andare a letto.

Di norma l’acqua corrente per il lavandino in bagno e il WC dovrebbe esserci, ma a quanto pare sono sfortunata perche’ in 10 giorni l’ho vista solo per uno. Lo scarico del bagno e’ l’attivita’ che richiede maggiore uso di acqua e quindi quella per la quale si sente di piu’ la mancanza dell’acqua corrente. I piatti li laviamo in ogni caso senza acqua corrente perche’ non abbiamo un lavandino in cucina. La doccia e’ una stanza senza soffitto. Oramai sono diventata efficientissima, faccio la doccia con uno massimo due litri di acqua, incluso quando mi lavo i capelli. Ieri dopo aver fatto il bucato, ho portato tutta l’acqua che avevo usato in bagno per usarla per lo scarico (una donna ghanese ha buttato la sua dopo averla usata!). Il 99% (e non credo di esagerare) dell’acqua che si utilizza in occidente e’ sprecata.

In 10 giorni ho anche avuto la fortuna di visitare gia’ alcuni dei posti piu’ popolari del Ghana, come Cape Coast e ieri sera siamo anche stati in un locale sulla spiaggia (Nordsee beach) per avere un’idea della vita notturna ghanese. Ho anche la carta di identita’ ghanese e inizio ad abbronzarmi, ci sono quasi…

White people can dance too! (anche i bianchi sanno ballare!) @Nordsee beach

White people can dance too! (anche i bianchi sanno ballare!) @Nordsee beach

Oggi sara’ un giorno intenso,  ufficialmente il nostro primo giorno di servizio, finalmente stasera iniziamo anche il corso di lingua twi, la lingua piu’ diffusa in Ghana e soprattutto in questa regione, e stasera c’e’ la partita dei mondiali Ghana-Stati Uniti e credo sia la partita che mi interessi di piu’ simbolicamente parlando (a meno che l’Italia non vada in finale 😉 )

Advertisements

One thought on “10 giorni in Ghana

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s